SessionImage

x

Le migliori offerte & consigli per il viaggio!

Iscrizione gratuita alla Newsletter

Home  |  DE
Tradizioni, usanze e la storia delle Dolomiti
Kirchtagmichl
Un sacco di fatti interessanti su usi e tradizioni nelle Dolomiti
Le Dolomiti - una regione caratterizzata da molte usanze antiche …
> >Tradizione e storia

Da sapere: usanze, tradizione e storia delle Dolomiti

   
Le regioni turistiche delle Dolomiti offrono un'infinità di usanze e tradizioni. Tradizioni da vivere durante tutto l'anno e che ancora oggi fanno parte della vita quotidiana. Alcune sono suggestive e tranquille, come per esempio le “notti del fumo” durante l'Avvento, altre invece sono più divertenti e attive, con festeggiamenti, musica e balli, come per esempio le numerose feste di paese e le sagre. C'è molto da raccontare anche sulla storia delle Dolomiti stesse, dalla loro creazione ai tempi degli esploratori e degli scopritori, così come le numerose leggende e saghe che si tramandano di generazione in generazione.

Partite con noi per un viaggio attraverso i costumi, le tradizioni e la storia delle Dolomiti:

 

Le „notti del fumo“


Le “notti del fumo” iniziavano il 21 dicembre e finivano dopo 12 notti d'incenso, il giorno dell'Epifania. Oggi, questa usanza si svolge ancora tre volte nella maggior parte delle famiglie. Alla Vigilia di Natale, a Capodanno e alla Vigilia dell'Epifania. La famiglia attraversa la casa pregando, con incenso e acqua santa, e benedice ogni stanza. Si suppone che questo antico rituale scacci il male.

 

Le urla di Capodanno


Il giorno di Capodanno i bambini del paese vanno di casa in casa recitando una poesia di Capodanno oppure distribuendo piccoli portafortuna e augurando un felice Anno Nuovo. In cambio ricevono dei dolcetti oppure qualche soldino.

 

I cantori della stella



Sono soprattutto bambini che, travestiti da Re Magi, passano tra le case con dell'incenso e dei gessetti benedetti e recitano messaggi di Natale. Sugli stipiti delle porte scrivono il messaggio C + M + B: Christus mansionem benedicat e cioè “Cristo benedici questa casa”. Così ogni anno circa 6.000 bambini camminano per l'Alto Adige e chiedono una donazione per una buona causa, solitamente un progetto di aiuto per Africa, l'Asia, l'America Latina o l'Europa dell'Est.

 

Sfilate di San Nicoò e dei „Krampus“



La sfilata di San Nicolò e dei Krampus (diavoli) si svolge ogni anno in tutta la regione. Ogni anno, a Dobbiaco, ha luogo la più antica sfilata dei Krampus, con oltre 200 Krampus. Spaventosi o intriganti? Non importa, dovreste assolutamente assistere a una delle numerose sfilate dei Krampus.

 

Il presepe



Esistono in innumerevoli varianti e stili - la varietà spazia dal presepe delle Dolomiti al presepe orientale, dal presepe in una grotta al presepe popolare ambientato in un paesaggio alpino. Nessuno sa esattamente come sia nata la raffigurazione del presepe e come sia finito nelle stanze e nei salotti di casa. Ciò che è certo però è, che oggi durante il periodo di natale si può trovare il presepe in quasi tutte le case.

 

Tradizioni pasquali



Pasqua: una festa in cui rivivono molte tradizioni cristiane - rami benedetti il giorno della Domenica delle Palme, il suono della raganella al posto dei rintocchi delle campane dal venerdì al sabato Santo, il "fuoco pasquale" il Sabato Santo, la benedizione del cibo, i sepolcri pasquali … Ma anche le tradizioni laiche, come l'asino delle Palme, la colorazione delle uova pasquali il giovedì Santo, e la caccia al nido nascosto dai “conigli pasquali” rendono la festa pasquale nelle Dolomiti qualcosa di davvero speciale.

 

I Fuochi del Sacro Cuore di Gesù



Ogni anno, la terza domenica dopo Pentecoste, si celebra la Domenica del Sacro Cuore di Gesù e la sera si accendono i fuochi del Sacro Cuore. Questi grandi fuochi vengono accesi sulle montagne in punti ben visibili da tutta la valle. Solitamente i fuochi raffigurano la forma di un cuore, di una croce o riproducono le iniziali di Gesù IHS o INRI. La domenica del Sacro Cuore risale al 1796, quando il Tirolo venne minacciato dalle truppe franco-bavaresi sotto la guida di Napoleone. I tirolesi decisero di affidare la loro regione al "Sacro Cuore di Gesù" nella speranza di riuscire ad affrontare i pericoli incombenti con l'aiuto divino. Sorprendentemente, i tirolesi sotto la guida di Andreas Hofer vinsero la battaglia e la Domenica del Sacro Cuore di Gesù divenne una festività solenne in tutto il Tirolo.

 

Le Transumanze



Mucche, pecore, capre, cavalli e asini – la tradizionale transumanza nelle diverse valli delle Dolomiti è una parata di animali e colori diversi. Cosa c'è però in realtà dietro quest'espressione? La transumanza è la festa di ringraziamento dei contadini, dei pastori e dei produttori di latte e si festeggia sempre quando il bestiame torna in stalla sano e in buone condizioni, dopo aver trascorso l'estate sugli alpeggi. Gli animali vengono ampiamente decorate con corone, fiori e campanacci e poi riportate insieme giù in paese. In origine decorare gli animali era tra l'altro un segno di ringraziamento per l'estate trascorsa bene e per il bestiame che tornava sano e salvo in stalla.

Fatti interessanti sulla storia delle Dolomiti ...


 

Ulteriori informazioni e alloggi nelle Dolomiti ...


Alloggi Informazioni dalla A alla Z  
Alloggio Dolomiti

I migliori alloggi nelle Dolomiti

NewsletterIscrizione alla Newsletter
E-Mail

 
Newsletter
Alloggi
Dolomiti