Home  |  Sitemap  |  DE

VIVODolomiti VIVODolomiti

Suche Trovate il Vostro alloggio... da economico a esclusivo
La Sua domanda di ricerca
Le nostre TOP-offerte!
Hotel & Spa FalkensteinerhofHotel & Spa Falkensteinerhof Profumo di benessere - 2 notti
vai all'offerta
MasunerhofMasunerhof Natale con i Kastelruther Spatzen dal maso Masuner
vai all'offerta
Hotel CarmenHotel Carmen Val Gardena SuperPremière
vai all'offerta
Tutte le offerte nelle Dolomiti

Il portale turistico per informazioni sulle tradizioni pasquali nelle Dolomiti

Pasqua
Tradizioni pasquali nelle Dolomiti
Vivete le tradizioni pasquali nelle Dolomiti, tramandate di generazione in generazione…

Tradizioni pasquali nelle Dolomiti

   
Pasqua: una festa in cui rivivono molte tradizioni cristiane - rami benedetti il giorno della Domenica delle Palme, il suono della raganella al posto dei rintocchi delle campane, il "fuoco pasquale" (tedesco Osterfeuer), la benedizione del cibo. Ma anche le tradizioni laiche rendono la festa pasquale nelle Dolomiti qualcosa di davvero speciale
La Pasqua cristiana si festeggia sempre alla domenica successiva la prima luna piena di primavera. Ciò significa che nelle chiese occidentali si celebra non prima del 22 marzo e al più tardi il 25 aprile, mentre nelle chiese orientali, in cui è valido il calendario giuliano, non si celebra prima del 4 aprile e al più tardi l'8 maggio.

La Settimana Santa inizia con la Domenica delle Palme. In questo giorno, in tutte le località delle Dolomiti, i bambini recano in chiesa il tradizionale "Palmbesen" (mazzo di rami d'ulivo e salice ornato da nastri colorati), dove viene benedetto. Questo viene poi conservato nelle case e in alcuni luoghi serve a decorare anche il cosiddetto "Herrgottswinkel" (angolo del Signore o delle orazioni). All'avvicinarsi di un temporale, alcuni rami del mazzo vengono bruciati nella stufa per proteggere la casa dalle disgrazie. Nel frattempo in molte parrocchie è diventata un'abitudine che, anche in occasione della festa di Cristo Re, vale a dire l'ultima domenica dell'anno liturgico, cioè la domenica precedente alla prima domenica d'avvento, i bambini accendano un grande fuoco con i "Palmbuschen" (aste di legno decorate con rami variopinti). Il fuoco benedetto viene quindi conservato in chiesa e usato per accendere la prima candela della corona dell'Avvento.
Fa parte della tradizione della Domenica delle Palme anche il "Palmesel" (l'"asino" delle Palme). In realtà questo dovrebbe riportare alla memoria l'arrivo di Gesù a Gerusalemme sul dorso di un asino. Ma oggigiorno è usato per lo più per prendere in giro quel membro della famiglia che è l'ultimo ad alzarsi.

Una lunga tradizione ha anche il "Ratschen" (suonare la raganella) durante la Settimana Santa. Dal venerdì al sabato Santo non vengono suonate le campane della chiesa, poiché il loro suono allegro mal si adatta alla commemorazione della Passione di Cristo. Il suono delle campane viene sostituito da quello monotono delle raganelle.

Secondo la tradizione, il giovedì Santo vengono colorate le uova pasquali. In molte parti si usa il vecchio metodo delle bucce di cipolla.

Il Sabato Santo termina la Quaresima. I cestini pasquali vengono riempiti con il pane di Pasqua, il prosciutto di Pasqua, uova, rafano, salame e, prima che queste delizie possano essere nuovamente assaporate, vengono portati in chiesa per essere benedetti.

Gli Osterfeuer ("fuochi di Pasqua") ricordano la risurrezione di Cristo e vengono accesi il Sabato Santo. Con il fuoco benedetto si accende il cero pasquale, che viene portato in chiesa con l'acclamazione "Lumen Christi". Quindi, nella notte che precede la domenica di Pasqua, viene celebrata la resurrezione di Cristo con il "gloria" solenne e il suono delle campane.

Anche in Alto Adige e nelle Dolomiti il giorno della domenica di Pasqua i bambini ricevono i regali dai loro padrini. Solitamente viene regalato il "Fochaz", il tipico pane pasquale a cui viene data la forma di un coniglio, di una gallina o di una corona. Il pane è fatto di pasta dolce lievitata.

E da non dimenticare per i bambini: la caccia al nido contenenti le uova di Pasqua, nascosto dai "conigli pasquali".

Chi desidera trascorrere le vacanze di Pasqua nelle Dolomiti, festeggiando nel modo giusto una delle tante tradizioni, nell'area turistica troverà numerosi alloggi che fanno al caso proprio, dall'hotel al confortevole appartamento vacanze.

Temi proposti...


 
Ulteriori informazioni e alloggi nelle Dolomiti...
Alloggi    
Alloggio Dolomiti

Hotel, Appartamenti, Alloggi nelle Dolomiti

Più ricercati

Appartamenti Hotel Camping  Garni  Agriturismo - ulteriori termini dalla A-Z
NewsletterIscrizione alla Newsletter
Nome
E-Mail

 
Il mio planner: Offerte Temi: Hotel benessere Hotel per famiglie Hotel per escursionisti Hotel per sciatori Hotel per ciclisti Tutti i temi
Dolomiti