Home  |  Sitemap  |  DE

VIVODolomiti VIVODolomiti

Suche Trovate il Vostro alloggio... da economico a esclusivo
La Sua domanda di ricerca
Le nostre TOP-offerte!
Hotel PföslHotel Pfösl Single e kids al Pfösl - 7 giorni
vai all'offerta
Hotel PföslHotel Pfösl Single e kids al Pfösl - 4 giorni
vai all'offerta
Tutte le offerte nelle Dolomiti

Il portale turistico per informazioni sul Re Laurino e il suo Giardino delle Rose

Giardino delle Rose
Re Laurino e il suo Giardino delle Rose
Vi aspetta un tramonto il quale Ve lo ricorderete per sempre…
> > > Re Laurino e il suo Giardino delle Rose

Re Laurino e il suo Giardino delle Rose

   
L'area vacanze Catinaccio con le sue cime spettacolari e i suoi panorami da sogno attira tutti gli amanti delle escursioni e della natura. Forse non tutti sanno che questa zona in lingua tedesca è chiamata “Rosengarten”, tradotto Giardino delle Rose. Non vi resta che scoprirne il perchè...
Il nome deriva dalla leggenda del nano Re Laurino e il suo Giardino delle Rose:

Un tempo la regione del Catinaccio era abitata da Re Laurino, il quale regnava su un popolo di nani che scavava nelle viscere della montagna alla ricerca di cristalli, argento e oro e possedeva altresì due armi magiche: una cintura che gli forniva una forza pari a quella di 12 uomini e una cappa che lo rendeva invisibile.

Un giorno il re dell'Adige decise di maritare la bellissima figlia Similde e per questo invitò tutti nobili del circondario a una gita di maggio, tutti tranne Re Laurino. Questo decise allora di partecipare comunque, ma come ospite invisibile. Quando sul campo del torneo cavalleresco ebbe modo di vedere Similde, colpito della sua stupenda figura, se ne innamorò all'istante, la caricò in groppa al suo cavallo e fuggì. I combattenti si lanciarono subito all'inseguimento per riportare indietro Similde, schierandosi in breve davanti al Giardino delle Rose. Re Laurino allora indossò cintura, che gli dava la forza di dodici uomini e si gettò nella lotta. Quando si rese conto che nonostante tutto stava per soccombere, indossò la cappa e si mise a saltare qua e là nel giardino convinto di non essere visto. Ma i cavalieri riuscirono a individuarlo osservando il movimento delle rose sotto le quali Laurino cercava di nascondersi. Lo afferrarono, tagliarono la cintura magica e lo imprigionarono.

Laurino irritato per il destino avverso, si girò verso il Giardino delle Rose, che lo aveva tradito e gli lanciò una maledizione: né di giorno, né di notte alcun occhio umano avrebbe potuto più ammirarlo. Laurino però dimenticò il tramonto e così da allora accade che il Catinaccio, sia al tramonto sia all'alba, si colori come un giardino di ineguagliabile bellezza.

Venite a scoprire ed ammirare il fascino del Catinaccio nella Val d'Ega al tramonto e godetevi i magnifici paesaggi naturali!

Temi proposti...


 
Ulteriori informazioni e alloggi nelle Dolomiti...
Alloggi    
Alloggio Dolomiti

Hotel, Appartamenti, Alloggi nelle Dolomiti

Più ricercati

Appartamenti Hotel Camping  Garni  Agriturismo - ulteriori termini dalla A-Z
NewsletterIscrizione alla Newsletter
Nome
E-Mail

 
Il mio planner: Offerte Temi: Hotel benessere Hotel per famiglie Hotel per escursionisti Hotel per sciatori Hotel per ciclisti Tutti i temi
Dolomiti