Home  |  Sitemap  |  DE

VIVODolomiti VIVODolomiti

Suche Trovate il Vostro alloggio... da economico a esclusivo
La Sua domanda di ricerca
Le nostre TOP-offerte!
Hotel PföslHotel Pfösl Pacchetto befana – short stay
vai all'offerta
Hotel OberlechnerHotel Oberlechner Offerta Silvestro a Maranza
vai all'offerta
Hotel PföslHotel Pfösl Settimane sci di fondo al Pfösl
vai all'offerta
Tutte le offerte nelle Dolomiti

Il portale turistico per informazioni sulla Chiesa parrocchiale di Sant'Ulrico a Ortisei

Chiesa parrocchiale di Ortisei
Chiesa parrocchiale di Sant'Ulrico
La chiesa tardo barocca ospita bellissime sculture di artisti locali ...
> > > Chiesa parrocchiale di Ortisei

La Chiesa parrocchiale di Sant'Ulrico a Ortisei

   
La prima menzione di una chiesa dedicata a Sant'Ulrico, a Ortisei in Val Gardena, risale già al 1342. Tuttavia l'attuale chiesa parrocchiale di Ortisei venne edificata solo nel 1796.

Nel XIV secolo la diocesi di Augusta, che era dedicata a Sant'Ulrico, possedeva molti masi in Val Gardena. Questo probabilmente era anche il motivo per cui la chiesa di Ortisei era dedicata a Sant'Ulrico. Attorno al 1740 la chiesa vecchia divenne tuttavia troppo piccola per la popolazione, e nel 1744 fu demolita e ricostruita nello stesso luogo. Ma anche questa chiesa non rimase molto a disposizione della popolazione del paese, poiché il soffitto crollò poco dopo e tutti i tentativi di risanarla fallirono. Nel 1793 venne pertanto demolita e ricostruita nel luogo dove è situata oggi, nel centro di Ortisei, l’attuale Chiesa parrocchiale. Nel 1797 fu inaugurata del vescovo di Bressanone Karl Franz von Lodron. Nel 1798 fu installato l'organo, nel 1799 venne ultimato l'altare principale. Solo nel 1820 venne dipinto l'esterno della chiesa.

Negli anni successivi gli intagliatori di legno gardenesi realizzarono numerose opere d'arte per la chiesa, tra cui le panchine e i confessionali. Particolarmente ammirevoli sono i 4 evangelisti, le sculture dell'artista gardenese Prof. Johann Dominik Mahlknecht e la Santa Elisabetta con mendicante, creata nel 1900 dall'artista Rudolf Moroder, allora ventunenne. Quest'opera vinse la medaglia d'oro all'esposizione mondiale di Parigi nel 1900.

Ma un secolo più tardi la chiesa divenne nuovamente troppo piccola. Negli anni 1905 -1907 vennero pertanto aggiunte due navate laterali, una dedicata al Sacro Cuore di Gesù ed una alla Madonna del SS Rosario.

Meravigliose sono anche le vetrate dipinte, che raffigurano i 12 apostoli. Sant'Anna e San Giovanni Battista nelle vetrate della cappella del Sacro Cuore di Gesù, e Gesù e Maria nella cappella del SS Rosario.

Dal 2010 la Chiesa parrocchiale di Ortisei, con il suo caratteristico campanile a cipolla, possiede un nuovo organo realizzato dall'organaro Pirchner di Steinach al Brennero. Le canne hanno una lunghezza che arriva fino a 5 metri. Il 17 aprile 2010 l'organo è stato consacrato dall'allora vescovo Karl Golser.

Alcuni dati interessanti sulla Chiesa parrocchiale di Ortisei:
Anno di costruzione: 1793 - 1796
Cappelle laterali: 1905 - 1907
Altezza del campanile: 48,31 m
Lunghezza interna: 34,20 m
Superficie: 750 m²

Temi proposti...


 
Ulteriori informazioni e alloggi ad Ortisei...
Alloggi Ulteriori link Informazioni dalla A alla Z
Alloggio Dolomiti

Hotel, Appartamenti, Alloggi nelle Dolomiti

Più ricercati

Appartamenti Hotel Camping  Garni  Agriturismo - ulteriori termini dalla A-Z
NewsletterIscrizione alla Newsletter
Nome
E-Mail

 
Il mio planner: Offerte Temi: Hotel benessere Hotel per famiglie Hotel per escursionisti Hotel per sciatori Hotel per ciclisti Tutti i temi
Dolomiti